martedì 13 ottobre 2015

Recensione: L'amore è uno sbaglio straordinario


Ciao amiche!
Oggi vi parlo di una storia d’amore che inizia nel “lontano” 2013, una storia d’amore moderna, nata su Facebook, che ha saputo tenermi sveglia fino all’una di notte e farmi svegliare presto la mattina con un solo pensiero: DEVO LEGGERE!
Con gli occhi a cuoricino, sono felice di parlarvi di…

  • Titolo: L’amore è uno sbaglio straordinario
  • Autore: Daniela Volonté
  • Casa Editrice: Newton Compton
  • Pagine: 253
  • Da acquistare sì o no? Lettura davvero piacevolissima *^*


  • Voto: 8

Voto copertina:


Melissa ha combinato un disastro e deve cercare di rimediare il prima possibile: ha versato il caffè (tazza compresa) sull’i-pad di Damiano, suo coinquilino e migliore amico e, oltre a sperare di riuscire a recuperare i file che vi erano contenuti, deve prenderne uno nuovo. In suo aiuto arriva Sasha, il fidanzato di Damiano, che la informa di un’asta di oggetti smarriti a Malpensa e in lista c’è proprio l’apparecchio che Mel cerca. È vero, è usato… ma non c’è nulla che una buona riformattazione non possa aggiustare. I file del vecchio proprietario vengono salvati sul pc di Melissa che, come ogni donna, deve assolutamente dare una sbirciata.
Sono delle foto, delle foto magnifiche, che la fanno sospirare di meraviglia e desiderare di viaggiare. Sicuramente devono essere state scaricate dal web oppure l’ex proprietario dell’i-pad è un fotografo professionista. Ancora una volta la curiosità ha la meglio e, dopo un riscontro incrociato online, scopre che l’immagine che la affascina di più, quella di un frangiflutti, è collegata al profilo Facebook di un certo Leon de Rouc. E il suo dito è più veloce della mente e, senza pensarci, ecco che gli ha già mandato una richiesta di amicizia.
Leon De Rouc non esiste. Dietro di lui si cela Riccardo, un uomo dai mille problemi. Intrappolato in una relazione senza amore con Bianca, che gli serve solo per delle scopate scacciapensieri, costretto a viaggiare in continuazione per lavoro, si sente frustrato e in continuo disaccordo con il mondo. La sua vita sembra cambiare quando riceve una richiesta d’amicizia sul profilo di Leo, seguita da alcuni messaggi. Melissa, un nome nuovo, una ragazza che non conosce, sembra essere innamorata della fotografia del frangiflutti.
Mel e Leon iniziano a chattare su Facebook: i giorni si trasformano in settimane e poi in mesi; si sentono più volte e non riescono a fare a meno di stare lontani… virtualmente, considerato che dal vivo non si sono mai incontrati.
Anche i sentimenti tra di loro sono cambiati: sono diventati l’uno il punto fermo dell’altra e Riccardo è sicuro di essere diventato un uomo migliore da quando le ha parlato per la prima volta ed è per questo che decide di raggiungerla durante una sua presentazione per la quale ha usato la splendida immagine del frangiflutti.
Da quel momento la loro vita cambia ancora: divisi tra Torino e Milano, Leon e Mel dovranno affrontare tante difficoltà. Il passato bussa alla porta prepotentemente e sembra non volersene proprio stare al suo posto e la cosa di cui ha più paura Leon è vedere Melissa andarsene via a gambe levate. Il loro amore sarà più forte dei timori che lo attagliano ogni giorno e che sembrano affievolirsi solamente quando la stringe tra le braccia?

Ho la brutta abitudine di preoccuparmi per coloro a cui tengo.

La trama de L’amore è uno sbaglio straordinario mi ha attratto da subito. Mi è sembrata una favola d’amore moderna, dove Facebook viene visto solo in modo positivo. Purtroppo ho faticato molto a leggere la prima parte: da inguaribile romantica volevo che Leon e Mel si incontrassero, si vedessero, così che l’amore potesse trionfare e io festeggiare la nascita di questa nuova OTP. Invece i giorni, le settimane, i mesi passavano e la coppietta si sentiva sempre più… non vedendosi mai. Riccardo era ancora intrappolato in una relazione senza amore e il mio odio nei confronti di Bianca, la sua partner, stava per toccare l’apice quando ecco che i due si incontrano. Leon la raggiunge alla presentazione e rimane incantato dalla sua grazie, le allunga un biglietto da visita ed ecco che lei se ne va con Damiano, il suo amico. Per fortuna poi tutto si risolve, lei scopre il messaggio sul retro e lo chiama.

*^* *^* *^*

Ragazze, mettetevi nei miei panni. Era l’una e mezza di notte e la vostra Robi stava leggendo senza poter esternare con un urlo la sua gioia. Ho rimediato la mattina dopo, perché certe cose devono essere celebrate.
Da quel momento il romanzo è cambiato e il mio animo romantico ha potuto tirare un sospiro di sollievo e festeggiare la nuova coppia. Eccoli insieme, in albergo, a recuperare il tempo perso mentre io, sempre più innamorata, mi asciugavo le lacrime. Perché Riccardo è un uomo bellissimo e affascinante, ma ha un cuore grande e tantissimo amore da dare al mondo… io me lo sarei spupazzato anche se fosse stato bassino e con un po’ di pancetta ;)


Ma se mi è piaciuto così tanto, perché il voto non è alle stelle? Come avrete potuto ben capire dalla recensione, la trama mi è piaciuta molto e amo Riccardo, eppure… ci sono alcuni passaggi che mi hanno messo una tristezza assurda. Tra tutti, le scene di sesso tra Riccardo e Bianca, le ho proprio saltate perché non mi sembravano affatto in linea con lo stile del romanzo, con quella favola che mi stava raccontando, con il sorriso che mi stava donando. Secondo me, e questa è un’opinione puramente personale, il libro avrebbe funzionato molto meglio senza scene erotiche. Non che abbondino, anche perché altrimenti avremmo trovato questo libro nella rubrica #lunedìinrosso e non tra le novità, eppure mi sono sembrate del tutto fuori luogo, soprattutto tra Bianca e Riccardo. La situazione si rischiara quando il sesso non rimane sesso e si trasforma in amore: i termini cambiano, si dà più spazio alle sensazioni e alle emozioni.

Prima di salutarvi e di ricordarvi che un G+1 non fa male a nessuno vi lascio con la frase che in assoluto mi è piaciuto di più, tanto da essere diventata il mio nuovo stato di whatsapp:

Temporale, terremoto, tornado che sia,
Basta che allunghi una mano e afferri saldamente la mia.

Un abbraccio e… buona lettura!

Robi

1 commento:

  1. Grazie per questa bella recensione, sei stata gentilissima.

    RispondiElimina