martedì 22 agosto 2017

Recensione: Il tempo delle seconde possibilità


Ciao ragazze!
Oggi vi parlo di un romanzo in anteprima, un romanzo tutto italiano ambientato nel mio paese preferito: l’Irlanda. Chi mi conosce un po’ sa che sono innamorata alla follia dell’isola di smeraldo. Ho avuto la fortuna di visitare Dublino due volte, parecchi anni fa *sospira perché è passato fin troppo tempo* e immergermi nelle pagine del libro mi ha fatto venir voglia di prendere un biglietto per Dublino.
Volete provare le stesse sensazioni? Non vi resta che leggere…

  • Titolo: Il tempo delle seconde possibilità
  • Autore: Patrisha Marr
  • Casa Editrice: Newton Compton
  • Pagine: 213
  • Da leggere sì o no? Meraviglioso! Fatelo e visitate l’isola magica!
  • Voto: 9


Voto copertina:


Stefano è un uomo terribilmente arrabbiato con il mondo, che l’ha privato della sua felicità più grande. Lavora nell’industria della pubblicità, ideando campagne di successo che fanno avanzare la sua carriera senza indugio. È un bell’uomo, con un carattere adatto all’immagine che mostra di sé, non ha problemi a trovare qualcuno con cui passare la notte e divertirsi un po’. Eppure lo scapolo d’oro è stato imprigionato da Alissa, bellissima donna in carriera. La coppia sembrava vivere la vita sulla cresta dell’onda, nel loro bellissimo appartamento a Milano, nel lussuosissimo, e altrettanto asettico, quartiere di Brera. Si bastavano, fin quando Alissa non scopre di essere incinta.
Se la donna si sente crollare il proprio mondo addosso, Stefano abbraccia la nuova avventura con un sorriso: non vede l’ora di diventare padre e anche se il bambino non è che un piccolo fagiolino nel pancino della donna, lo ama già all’impazzata. Tutto cambia quando scopre che Alissa, senza il suo consenso, ha abortito.
Abbandonando sia lui che il bambino.
Stefano è incazzato con il mondo: non riesce a lavorare, non vuole più incontrare gli amici e perfino le parole di conforto della sorella Sabrina sembrano non sortire più nessun effetto. Diventa freddo come il ghiaccio, perfino di più di quanto sia mai stato. Non ha occasione si sfogare la sua frustrazione, né con un amico, né con la famiglia.
Non ha più un motivo per sorridere o per gioire: adesso la sua vita si è ridotta al lavoro, ai nuovi clienti da conquistare e alle campagne da progettare.
La sua nuova sfida è una birra irlandese ed è per questo motivo che il direttore dell’agenzia, lo manda in Irlanda con lo scopo di corteggiare il cliente. E, già che c’è, può usufruire di due giorni di vacanza, spesati dall’azienda.
L’uomo sta preparando la valigia, quando si accorge di una busta pesante, senza mittente. L’apre e vi vede un libro logoro, Persuasione di Jane Austin, spedito da una donna che si definisce La ragazza delle seconde possibilità. Questo romanzo è partito dall’Irlanda più di due anni prima, ha fatto il giro nel mondo ed è finito nelle mani di 99 persone. Ognuna di queste ha lasciato le proprie impressioni, positive o negative, sul libro e ha fatto delle riflessioni sulla propria vita. Stefano è il 100 lettore e ha il compito di rispedire la busta al mittente. E dato che la curiosità divampa (chi sarà la ragazza delle seconde possibilità? Una vecchia zitella oppure una ragazzina adolescente piena di brufoli in profonda crisi ormonale?) Stefano decide di approfittare della vacanza e riportare il romanzo al mittente a mano. Tanto sarà in Irlanda per lavoro, può benissimo fare una deviazione.
Caitlin Murry è una ragazza baciata dal fuoco. I suoi capelli rossi sono una dimostrazione più che sufficiente. Eppure ha un carattere buono e altruista, è sempre disposta ad aiutare tutti e non porta mai rancore. La sua vita si è interrotta anni prima, durante una gita a Dublino: stava andando a vedere la madre a teatro, quando il pullman su cui viaggiava si è capovolto, lei è andata a sbattere contro il finestrino e il viso ne ha subito i danni. La sua adolescenza è stata così, all’apparenza rovinata, eppure Caitlin ne ha tratto solamente vantaggio. Ha capito che bisogna cogliere la palla al balzo perché la vita è troppo breve. Dopo anni passati a combattere contro l’immagine che vedeva allo specchio, contro la cicatrice che le deturpava il volto, ha preso il coraggio ha due mani e ha cominciato a sorridere alla vita. Per poi scoprire che la vita aspettava solamente questo segno per ricominciare a sorriderle. Caitlin è la custode del faro e dato che le entrate sono poche e misere, ha pensato di poter affittare delle stanze come B&B, così da avere un po’ di compagnia e un’entrata extra. È Caitlin la ragazza delle seconde possibilità, è lei che, due anni prima, ha spedito il suo libro preferito in giro per il mondo.
Quello che non si sarebbe mai aspettata è di vederlo tornare indietro non per posta, ma tramite un turista italiano molto affascinante.
Per esprimergli gratitudine, la donna lo invita a pranzo e, successivamente, ad alloggiare al B&B, ancora in fase di ristrutturazione. Quello che non si sarebbe mai aspettato è di vedere entrare prepotentemente Stefano nella sua vita e far fatica a chiudere i rapporti.
Quattro giorni passati insieme sembrano ad entrambi il regalo più bello che il destino abbia mai potuto fare. Ma si tratta davvero di un regalo, oppure di un’altra fonte di tristezza?


Care Nuvole, questo è già il quarto romanzo di Patrisha che leggo (oltre ai suoi stupendi post su facebook, come si può fare a non amarla? *^*) e per voi abbiamo recensito anche La mia eccezione sei tu (QUI se volete rileggere la recensione). Il suo stile è sempre fresco ed accattivante, ti tiene incollato alla pagina fino a notte inoltrata; devi farti del terrorismo psicologico e fisico per mollare il libro oppure spegnere il kindle.
Questi sono i particolari che ti fanno capire che sei sulla strada giusta, che hai trovato un libro WOW, un libro da consigliare a tutti, un libro che tutti devono leggere.



Il romanzo inizia con una scena che sa strapparti il cuore e farlo a pezzettini, una scena molto empatica che mi ha messo di fronte a dei dubbi. Sicuramente non è questo il territorio dove farne discussioni e l’aborto è un argomento molto delicato. Spesso si dice che sia uno dei diritti insindacabili di una donna (l’utero è mio e lo gestisco io non vi ricorda nulla?), ma che ruolo ha il padre in tutto questo? È solamente un donatore di sperma? Stefano rimane spiazzato dal comportamento di Alissa e ha come la sensazione che il suo cuore sia stato strappato e un pezzettino ormai sia perduto per sempre.
Nonostante i drammi che ha subito quando era solamente un bambino, sa che ha tutte le carte in regola per poter essere un buon padre: ha tanto amore da donare e dei sorrisi da condividere. Quando crede di non essere più capace, è Caitlin ha riportargli la voglia di vivere, di andare ai pub e sbronzarsi passando una serata in compagnia, di pensare senza cruccio al domani.
Caitlin è una delle protagoniste più dolci che abbia mai incontrato: ha un cuore buono, tutto da amare. All’apparenza, anche lei potrebbe aver avuto un’infanzia difficile. La madre non l’ha mai voluta sul serio, non ha conosciuto il padre ed è stata cresciuta dai nonni che, dopo dei dubbi dovuti alla loro fede cattolica, l’hanno amata con tutto il cuore.
L’incidente che ha avuto ha certamente contribuito a renderla la ragazza che è oggi, eppure non l’ha scoraggiata. Anzi, le ha dato quella spinta in più per essere la ragazza meravigliosa che è oggi.



Stefano e Cat sono fantastici insieme. Lei è sempre stata abituata a cavarsela da sola e a evitare i pregiudizi della gente bigotta del paese. C’è chi dice che a causa della sua cicatrice non troverà mai un uomo, che chi dice che il faro la farà impazzire e morire di solitudine… ma dono arriva lui, il nostro bell’agente pubblicitario, che capovolge la situazione, dicendole quanto sia magnifica e favolosa.
Quando si devono lasciare, lo fanno senza rimpianto. Sono consapevoli di non poter stare insieme: le distanze sono troppe, anche nell’epoca dei social. Eppure non riescono a stare distanti ed allora che Cat vola a Milano da Stefano per passare del tempo insieme e vedere se potrebbe nascere davvero qualcosa.
La loro storia d’amore si sviluppa piano piano, è come la fiamma di una candela che, seppur lenta, non smette mai di bruciare. La sua luce scalda l’ambiente, lo rende magico…. Per non dire fantastico.
Non troverete scene volgari oppure irreali. Troverete solamente tanto amore e dolcezza. Da leggere piano, gustare come una torta al cioccolato.
Troverete sbagli, errori, scelte giuste, risate e personaggi umani che vorreste tanto volere come amici.
E seconde possibilità.
Non rinnegatevi mai una seconda possibilità. Amate con tutto il cuore, sorridete finché vi fanno male i muscoli e sbellicatevi dalle risate. Visitate il mondo, vivete su un faro, non negatevi mai la possibilità di vivere appieno la vita.

Per acquistare il romanzo, cliccate sul link qui sotto.
Un abbraccio e… buona lettura!

Roberta





Ti amo ma non lo sai


  • Titolo: Ti amo ma non lo sai
  • Autore: Tania Paxia
  • Casa editrice: Newton Compton
  • Numero pagine: 102
  • Prezzo kindle: 4,99€


SinossiHarper e May sono amici per la pelle. Tra loro non ci sono segreti e condividono ogni aspetto della vita: i compiti, il gruppo di lettura, il lavoro per il giornale della scuola... Harper, detto Peter, come Peter Pan, è un sognatore, mentre May, dolce e piena di energie, è soprannominata “Trilli”. Una coppia perfetta, insomma, almeno fino a quando May non inizia a interessarsi ai ragazzi, e in particolare a Owen O'Brian, il capitano della squadra di baseball. All’improvviso Harper si scopre geloso e si rende conto di non considerare May esattamente come una sorella. L’unica soluzione, per non soffrire e non farla soffrire, pare essere quella di allontanarsi da lei e rinunciare per sempre al loro splendido rapporto. Ma poi Syd, sua sorella, gli suggerisce un piano infallibile per riuscire a confessare a May i suoi veri sentimenti. Purtroppo i piani non vanno sempre nel modo prestabilito...