martedì 15 settembre 2015

Recensione: After - Come mondi lontani


Bentrovati lettori e benvenuti nelle #newsdaleggere!
Per la serie di “After” oggi tocca al nuovo libro uscito solo una settimana fa sul mercato. Non eravate nella pelle di leggerlo, vero? Bhè… io un po’ meno ma questo terzo volume mi ha colpito. Sisi, proprio come una mazza da baseball sul cranio.
Ma bando alle ciance e ciance alle battute, iniziamo miei prodi!


Voto copertina:


La serie di "After" è composta da:

  1. After (Recensione QUI)
  2. After - Un cuore in mille pezzi (Recensione QUI)
  3. After - Come mondi lontani
  4. After - Anime perdute (In Italia ad ottobre)



***


Se pensavate che Hardin e Tessa fossero inseparabili, bhè… in questo volume vi dovete ricredere.

La relazione, già tormentata di suo, tra i due ragazzi verrà messa davanti ad un bivio. Tutto ruoterà attorno a Seattle.
Tessa dopo aver deciso da sola, senza tener conto del volere di Hardin, si prepara a trasferirsi nella città che ha sempre sognato, con un lavoro che ha sempre voluto. 
Ma non fa i conti con il volere di Hardin, convinta che il ragazzo la seguirà ovunque.
Ma, i piani non vanno proprio come lei si sarebbe aspettata.
Il tutto è condito dalla presenza quasi fissa di Zed che è sempre pronto a mettere, inconsapevolmente anche a se stesso, zizzania e ora ci si aggiunge anche il padre dato per disperso di Tessa, che non naviga in buone acque.
Tra litigi, flirt e passione intricata, ora più che mai Tessa e Hardin si troveranno a dover fare i conti non solo con le nuove vicende ma anche con loro stessi. 
Andranno in contro al destino? O come sempre faranno un passo indietro per farci esaurire?
Bhè… se volete, leggete!



Inutile dovervi ripetere che il libro, così come tutta la serie, non mi è piaciuto.
Quello che non capisco dell’autrice è come faccia a farli sempre, costantemente, nauseamene, litigare.
Questi “poveri” ragazzi non hanno una relazione normale. Ripetono in continuazione che sono stati sei mesi insieme, ma se su di una bilancia mettiamo da una parte la pace dei sensi e dall’altra le lite, vediamo che la bilancia pende su più infinito verso il secondo piattino.
Che ok, a me piacciono le incomprensioni e le rappacificazioni ma qui è arrivato all’esaurimento. Ogni minima cosa, quasi insignificante, la trasformano in litigi, in parole gridate contro e nel perdono dopo due minuti di Tessa.
Quella ragazza è qualcosa di spaventoso, se prima ero convinta che non avesse una spina dorsale ora ne ho la conferma.
Non farebbe un passo da sola senza il suo Hardin (che managgia alla miseria continua a darmi di nome femminile il chè va a scontrarsi con il suo essere così mascolino) tanto è vero che ad una festa va senza il bodyguard e tentano di violentarla. E io ho detto tutto.
Visto che siamo in tema, vorrei rimproverare all’autrice la solita figura di bellissima e levissima della protagonista. Tutto il mondo la vuole, tutto il mondo la venera. Roba che se andasse in politica tutti la voterebbero!
Ma che palle!
Ormai non leggo più di ragazze bruttine nei libri, quasi mi mancano.
La decisione di far entrare nel libro il padre di Tessa bhè… forse devo ammettere che è stata una cosa buona. Non per il tipo di soggetto, per l’amor di Dio ma ha dato spessore alla storia. Rientra in un contesto molto forte e odierno. Anche se ormai in questa storia sono tutti alcolizzati e chi più chi meno, i personaggi tendono ad assomigliarsi tra di loro.
Arriviamo alla questione di Seattle e per una volta ho ammirato (per così dire) Tessa che ha creduto nel suo sogno ed ha mandato al diavolo Hardin e la sua voglia di controllo ed è partita! Diamine, la ragazza si è fatta valere.
Un altro lato del libro che mi è piaciuto e che non ha trattato così ossessivamente, in confronto ai due libri precedenti, del sesso. Anzi, se volgiamo dirlo in modo spicciolo, i due non hanno avuto mai un rapporto completo in questo libro e quasi mi spavento pensando al prossimo. Vedi mai che vogliano recuperare tutto quello che non hanno fatto in questo.
Questa mancanza ossessiva compulsiva del sesso, ha fatto si che la tanto sufficienza agognata è arrivata.
Perché, se mettiamo poi in tavola tutto il resto del libro. Mamma mia!
L’originalità come sempre nella serie di After ormai abbiamo appurato che non esiste.
Oltre alla scommessa, oltre alle liti ora arriva anche la tentata violenza. Maddai.
E così si scopre che l’amica era la nemica e la nemica era l’amica.
Mal di testa? Benvenuti nel club.
Che poi se c’è una cosa fuori dal contesto e che mai capirò, è come fa Tessa ad essere la numero uno della classe se non studia mai tra lavoro e storia assillante con Hardin? I dilemmi della vita. Mai che la si legge con un libro tra le mani e lei sa tutto di letteratura, se ci fermiamo a Orgoglio e pregiudizio.
Comunque c’è una cosa che ho odiato ancora di più, è il business che gira attorno a questa collana.
Da lettrice di After su Wattpad al tempo della pubblicazione online, i libri erano solo tre. Con stessi millanta capitoli e quando avevo scoperto che c’era un quarto libro mi ero stupita e dentro di me pensavo “vuoi vedere che l’autrice ci vuol fare una sorpresa di un finale alternativo” da lettrice che ha odiato il finale, ci speravo. Volevo darle questa possibilità.
Purtroppo non penso che l’avrò.
Anna Todd non ha cambiato NIENTE dalla fan fiction al libro. Tranne questo intervallo del quarto libro.
Infatti, “Come mondi lontani” ha solo ottanta capitoli. Davvero strano per una serie che ci presenta i primi due libri con di cento di questi.
Ebbene si, lo hanno diviso in due parti come se ci fosse bisogno e come se la storia fosse troppo difficile da capire.
Non ho parole.
Vi potrei già dire com’è il finale ma perché togliervi e togliermi il divertimento? Non posso non recensire anche l’ultimo libro. Eh eh eh.

E niente, se avete soldi da spendere NON prendete questo libro. Se ve lo regalano si può considerarlo.
Spero di avervi divertito e fatemi sapere cosa ne pensate di questa storia (è una storia?) tra i due. Cosa direbbe Harry Styles su Hardin Scott? Harry, se sei all’ascolto fammi sapere.
Vi ricordo i tasti social e il tasto del lettore fisso.
A presto e buone news!

Ila 

Nessun commento:

Posta un commento