domenica 25 febbraio 2018

Recensione: Quante volte ti ho odiato


Ciao ragazze,
oggi voglio parlarvi di un romanzo STUPENDO che ho divorato in qualcosa come… due giorni. E l’avrei letto in meno tempo se non fossi dovuta andare al lavoro, quindi è davvero super consigliatissimo. È fresco e allegro, pieno di ironia e di battutine.
Fantastico.

  • Titolo: Quante volte ti ho odiato
  • Autore: Kelly Siskind
  • Casa Editrice: Newton Compton
  • Pagine: 251
  • Da leggere sì o no? Vi corteggerà e conquisterà!
  • Voto: 9


Voto copertina:


Shay è appena uscita da una relazione durata cinque anni che l’ha letteralmente prosciugata di ogni energia, sia mentale che fisica. Richard, il suo odioso ex, ha costretto la personalità di Shay a nascondersi in un angolo, le ha impedito di mangiare con gioia e ha letteralmente affossato la sua carriera…. E la sua gioia di vivere.
Una piccola vacanza sulla neve, ad Aspen, insieme alle sue migliori amiche è quello che ci vuole per poter recuperare la vecchia Shay... e lasciarla a briglia sciolta.
E tutto inizia lanciando dalla seggiovia il vecchio reggiseno nero, una brutta personificazione della Shay calma e pacata. Lei non è una ragazza da reggiseno nero, ma da reggiseno rosso, dalla scollatura profonda e completo di fiocchettino sexy al centro.
La giornata sembra perfetta sembra prendere una brutta piega quando, durante la discesa, Shay va a sbattere contro uno strafigo, che non le chiede nemmeno scusa e anzi… le addossa tutta la colpa.
Che coglione.
Quello che non si immagina è incontrarlo quella stessa sera, quando, tornando a casa, le sue amiche notano dalla strada i visi famigliari di due bellocci che hanno conosciuto quel pomeriggio. E trascinano la povera Shay dentro la tana del lupo, facendole incontrare, di nuovo, il Coglione.
Tra di loro scoppia una passione dirompente, che viene placata da una sveltina nel bagno. Ma appena finito l’amplesso, il Coglione, anche detto Kolton, scappa via per rispondere a una telefonata.
Sul momento Shay la prende sul personale, tutto sembrava essere andato alla perfezione, ma tornata a casa decide di archiviare la cosa. Insomma, Aspen è grande, no?
Quante probabilità ci sono che possa rivedere Kolton?
Ma il destino sembra avere altro in serbo… E Shay e Kolton passano sempre più tempo insieme. Scopando, ridendo, mangiando, scopando, parlando, mangiando e… scopando.
Tra di loro c’è un’alchimia fantastica, ma vivono sulle sponde opposte del Canada. Continuare a frequentarsi sembra quasi impossibile.
L’ultimo giorno di vacanza Kolton accenna a una sicura visita a Toronto durante l’estate per ragioni di lavoro, ma Shay archivia tutto con un gesto della mano.
I due si separano con un bacio, ma non riescono a smettere di pensare l’uno all’altro.
Finché Kolton non decide di raccogliere la sfida e provare a conquistarla e corteggiarla con tutte le sue forze.
E arrendersi non fa parte del suo vocabolario.


La Over the Top series è composta in questo modo:

  1. Quante volte ti ho odiato
  2. A fine mess [con protagonisti Sawyer e Lily]
  3. Hooked on trouble [con protagonisti Nico e Raven]

Come in ogni romance che si rispetti, ci sono tre migliori amiche e tre migliori amici che, naturalmente, finiscono per fidanzarsi tra di loro. Nel primo romanzo si parla già del rapporto tra Lily e Sawyer, che entra nelle difese della ragazza nonostante lei sia fidanzata da dieci anni con il povero Kevin. C’è un qualcosa in ognuna di queste coppie che ha attirato la mia attenzione. Quindi non vedo l’ora di leggere anche i prossimi romanzi che spero ardentemente siano pubblicati dalla Newton il prima possibile.
Intanto continuiamo a concentrarci sulla coppia del momento, Kolton e Shay.
La storia di Kolton è interessante: è un padre single, la moglie è morta sette anni prima, dando alla luce il piccolo Jackson. Con Sawyer ha fondato l’azienda di abbigliamento sportivo Moondog e non ha tempo per le relazioni e nemmeno per le avventure di una notte. O almeno così credeva prima di incontrare Shay.
Quando torna a casa dopo la vacanza ad Aspen, non riesce a togliersela dalla testa. Ha paura a giocare d’azzardo, sa che introdurre una donna nella sua vita significa anche modificare quella di Jackson, ma crede che Shay ne possa veramente valere la pena.
E così fa in modo di offrirle il lavoro dei suoi sogni, ristrutturare il nuovo negozio della Moondog a Toronto, il sogno di ogni interior designer.
E intanto la corteggia, non lasciandosi andare davanti ai suoi continui no e mettendo in campo anche l’artiglieria pesante pur di strapparle un sì.



Questo è un romanzo WOW.
Mi ha preso fin da subito, dalla copertina. Lo so, il voto non è altissimo (anche perché la copertina non è un granché), ma quell’uomo con i capelli lunghi mi ha ricordato tanto il #Jonsbun di Game of Thrones e io ho una PASSIONE SMISURATA per Jon Snow e quindi… quindi sapevo che dovevo leggere questo romanzo.
Poi l’ho aperto e mi sono immediatamente immedesimata nella metafora del reggiseno, nelle risate fatte con le amiche, nella voglia di ritrovare se stessi dopo aver affrontato un lungo periodo difficile. Vedete, in quello che all’apparenza è un romanzo rosa, frivolo e piccante, si nascondono delle perle così riflessive che non ci saremmo mai aspettate di trovare.
Ho amato i passaggi con Jackson, credo siano stati i miei preferiti. Kolton è un bravissimo papà, ha accettato le manie del figlio senza battere ciglio, scrive con lui le parole più belle sul quaderno e gli ricorda sempre che diversità è sinonimo di bellezza e unicità.
Le battute migliori sono affidate al nostro nanetto del cuore, che ci farà innamorare di lui in un battibaleno.

Vorrei tanto avere una formula magica, una semplice equazione per risolvere i nostri problemi. Una X, una Y e una Z che nell’ordine corretto ci portino nella direzione giusta. Ma nessun calcolo può predire il futuro. L’amore è irrazionale. Indefinibile. Incommensurabile.

E poi ci sono loro due, Kolton e Shay.
Hanno i loro scheletri nell’armadio, ma per stare insieme devono riuscire a superarli, a mettere da parte le divergenze e provare a diventare delle persone migliori.
La parola chiave è insieme.
Riuscire a essere sempre se stessi e non perdere l’individualità anche quando si è veramente presi da una relazione.
Credetemi… In Quante volte ti ho odiato ci sono tutti gli elementi che rendono un romanzo indimenticabile: humour, scene sexy e molto hot, battute di spirito e piccole perle che vi faranno riflettere.
Non deve assolutamente mancare nella vostra libreria.
Leggetelo e adoratelo, come è successo a me.

Un abbraccio e… buona lettura!

Robi



Nessun commento:

Posta un commento